Progettazione e Ristrutturazione Spazi per Smart Working a Milano

Sabrina Tassini—homify Sabrina Tassini—homify
ibedi laboratorio di architettura Modern living room Wood Black
Loading admin actions …

Tra le consapevolezze che il momento pandemico che stiamo vivendo ci ha portato vi è senza dubbio l'importanza e l'utilità dello smart working. La massiccia adozione del metodo lavorativo da remoto ha tuttavia implicato una vera e propria riprogrammazione di ciascun ambiente domestico, talvolta senza successo a causa della mancanza di spazi versatili e multifunzionali, da poter ridestinare a una nuova occorrenza, tra le mura di casa. La soluzione al problema è da ritrovarsi in un rinnovamento intelligente delle abitazioni per ottimizzare al meglio le aree mal sfruttate e renderle perfette home office in cui svolgere le attività lavorative in tutto comfort, sicurezza e serenità. Il team di Ibedi, Laboratorio di Architettura, ci fornisce un esempio concreto di come si possano esprimere al massimo le potenzialità dei contesti residenziali – e non solo – tramite una sapiente ri-progettazione della metratura e raggiungere con facilità l'obiettivo. Scopriamo subito tre interessanti case history!

1. Doppia postazione smart per una elegante abitazione

Il primo progetto che scopriamo sa perfettamente come organizzare gli spazi di un appartamento per ricavarvi una duplice postazione per lo smart working. Il rinnovamento dello spazio non tradisce in nessun modo la sua identità originaria, ma anzi la valorizza rendendola ancora più funzionale ed esteticamente elegante. Il salotto è stato dunque ripensato per poter dare ampio respiro ai nuovi uffici domestici di due differenti professionalità.

1.1 Doppia postazione smart per una elegante abitazione

Il living mantiene la sua originale destinazione d'uso ma si trasforma all'occorrenza in piacevole spazio domestico per il lavoro da remoto. Le generose pareti attrezzate sono in grado di accogliere libri e complementi d'arredo ma anche documenti e tutto l'occorrente per l'attività lavorativa. Il comodo divano può fungere anche da seduta e il coffee table da piano d'appoggio per laptop e dispositivi portatili. Tutto è finemente enfatizzato dal caminetto, un elemento che contribuisce a conferire una atmosfera rilassante e gradevole allo spazio.

1.2 Doppia postazione smart per una elegante abitazione

Discretamente distaccata dal resto del soggiorno è collocata invece un'area multifunzionale con tavolo rotondo e sedute, ideale sia per l'utilizzo durante lo smart working, sia come area pranzo e snack quando necessario. La metratura, arredata con mobili moderni, colorati e dalle linee semplici, gode inoltre di una perfetta esposizione alla luce, sia artificiale grazie alla lampada ad arco, sia naturale proveniente dalla finestra adiacente.

2. Un nuovo smart office

Il seguente progetto riguarda la ristrutturazione di un ambiente di lavoro, collocato in un appartamento risalente ai primi del Novecento, soffocato dalle sovrapposizioni delle precedenti attività. Il team creativo si è dunque focalizzato sul restyling degli spazi facendo leva in particolare sul fattore colore e intervenendo sul pavimento. Per evitare lo smaltimento oneroso del materiale preesistente la scelta è ricaduta infatti sul microcemento, utile sia per coniugare problemi tecnici che la volontà del committente nel voler uniformare la superficie, mentre i differenti spazi sono stati marcati con accenti di rosso che donano carattere e modernità. I desk sono stati disegnati per rispondere alla necessità di disporre di postazioni ampie, da consentire così anche il lavoro condiviso. Ciascuna postazione è schermata in modo discreto e non mancano nemmeno i dettagli di design, come la lampada a sospensione a forma di ramo.

2.1 Un nuovo smart office

Come i desk, è stato realizzato su disegno anche il tavolo dell'area ristoro, più pratico e adatto alle nuove esigenze.

3. Un workspace flessibile e di design

Flessibilità e alto tasso design, sono i due punti cardine del terzo progetto curato da Ibedi, volto alla creazione di uno spazio dinamico destinato ad ospitare a rotazione una parte dei dipendenti di un'azienda, così da farli lavorare in tutta sicurezza, ma anche pensando in prospettiva al futuro post covid-19.

3.1 Un workspace flessibile e di design

L'intervento ha dunque visto la predisposizione di un grande open-space per il coworking, con postazioni non individuali bensì assegnabili a rotazione. Ciascuna è discretamente separata dalle altre tramite pannelli fonoassorbenti mentre un'illuminazione puntuale e arredi dal carattere pulito e moderno assicurano allo spazio un'atmosfera rilassata e stimolante.

3.2 Un workspace flessibile e di design

Anche la zona meeting e relax segue le logiche del prospetto stabilito, presentando poltrone colorate e facilmente ricollocabili a seconda dell'occasione d'uso, ma anche un angolo ristoro con cucina, piani snack e sedute ad hoc. Il filo conduttore stilistico rimane saldo e pulsante anche in questa zona, caratterizzata appunto da colori accesi e complementi dal concept accattivante.

3.3 Un workspace flessibile e di design

Ampio e arioso, lo studio appare concepito come ufficio trasversale e multiuso, con postazione fissa e piccola zona relax. A vivacizzare l'ambiente è la presenza di pezzi iconici di design, che rispecchiano lo spirito fresco e trendy dell'intero workspace.

3.4 Un workspace flessibile e di design

La struttura ospita inoltre svariati spazi dedicati alle conference call e alle presentazioni da remoto, tutti arredati con elementi adattabili a più destinazioni d'uso e estremamente flessibili per rispondere in fretta alle esigenze di una nuova normalità.


Discover home inspiration!